109 0

Roberto Buanne: un artista dal talento ineguagliabile, di fama internazionale

Roberto Buanne è pittore, un artista dal talento ineguagliabile, di fama internazionale.

Nasce a Latina l’8 febbraio 1937. Oggi vive a Napoli. Buanne frequenta l’Istituto d’Arte Palizzi, lì apprende la pittura dai grandi maestri.

Viaggia parecchio per le principali città d’Europa, per studiare.

Ha tenuto oltre trenta personali in Italia, dal nord al sud, ed ha partecipato a numerosissime collettive, di forte rilievo, sia in Europa che negli Stati Uniti. Molti sono stati i critici che si sono interessati alla sua pittura.


Buanne è uno dei pittori viventi più grandi ad oggi e vive proprio a Napoli, un artista che si è riuscito ad affermare sul panorama artistico. Una persona potremmo dire eclettica, con un credo particolare verso la vita, una vita che lui osserva, ma allo stesso tempo vive. E così come la sua personalità anche la sua arte lo raffigura tantissimo: versatile, poliedrica come la sua persona. Proprio per questo non possiamo inquadrarlo in un momento artistico ben definito: la sua pittura spazia, lui dipinge sia in maniera classica, ma anche astratta. Le sue tele sono una maieutica di emozioni.

Così come è difficile definire la sua corrente artistica, così è difficile dare una definizione a questo artista, la sua grandezza esprime qualcosa di nuovo, mai visto ancora oggi e tutto da scoprire.

Le sue opere più “classicizzanti” sono La GaraLa cokeriaIl MoloLo Scoglio. Infine tra le opere più caratterizzanti della sua opera abbiamo sicuramente i Fossili-Intravisioni e le Strutture di Comunicazione, dove l’astrattismo di Buanne raggiunge l’apoteosi.

La citta di Napoli può vantare, dunque, un grande passato artistico a tutti evidente: la città Partenopea può infatti considerarsi un museo a cielo aperto:  l’arte è in ogni cosa, ad avviso di alcuni si intende per arte qualsiasi forma d’espressione dell’individuo.

Buanne è tutti loro e nessuno di essi: la sua arte è unica ed inimitabile, arriva alla verità agognata ma mai raggiunta da nessuno dei suoi maestri del passato.

Il riassunto della sua esperienza artistica si può ritrovare nell’affermazione di Giulio Tarro, il quale non necessita presentazioni, che esemplifica l’arte del maestro come intrisa di simboli, materia, segno.

Nell’espressione pittorica c’è il gioco della libera associazione di pensiero, espresso a volte secondo una struttura ironica, provocatoria.

Giuseppe Nappa

Post correlati

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *