820 0

SANREMO 2O23: AL VIRGO VILLAGE ASSEGNATI I PREMI “VIRGO NOVELLA 2000 SANREMOSOL”

Tra i premiati, alcuni mostri sacri della musica e dello show-business nostrano: Al Bano, Katia Ricciarelli, Massimo Boldi, Valeria Marini e tantissimi altri hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento durante la serata magistralmente condotta da Beppe Convertini

Si è svolto ieri sera, nella splendida cornice del Virgo Village Sanremo – il Villaggio Ufficiale della Musica, ideato e fortemente voluto dal Colosso Finanziario Svizzero VIRGO FUND – la seconda edizione del Premio “Virgo Novella 2000 SanremoSol”. Il riconoscimento è stato assegnato alle personalità che, negli anni, hanno reso celebre il Festival di Sanremo. Durante la serata, magistralmente condotta da Beppe Convertini, si sono alternati sul palco alcuni mostri sacri della musica e dello show-business nostrano insieme agli imprenditori, simbolo dell’eccellenza italiana nel mondo. Ad aprire la kermesse, il padrone di casa Roberto Alessi. Il Direttore di Novella 2000 ha salutato e ringraziato i presenti, ritirando il premio dedicato alla Redazione del suo storico giornale che, nel tempo, ha saputo raccontare il Festival sempre con garbo ed eleganza e con quel pizzico di gossip in più che fa la differenza. Dopo il saluto del Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri e la premiazione del direttore di SanremoSol Giuseppe Grande, una straordinaria esibizione live – quella del grandissimo Al Bano, che si è esibito sulle note di alcune delle sue canzoni più celebri – ha riscaldato il folto pubblico presente nel Padiglione Liberty Pedriali, prima di lasciare spazio ad un’altra grande interprete della musica internazionale come Katia Ricciarelli, la quale ha presentato la sua nuova canzone “Lettera”, realizzata con il cantautore Francesco Drosi e il tenore Francesco Zingariello: un inno alla pace, contro ogni sorta di guerra, in un momento storico tanto precario, segnato dal conflitto tra Ucraina e Russia. Il Premio “Virgo Novella 2000 SanremoSol” è andato anche al Principe della comicità italiana Massimo Boldi che ha dilettato il pubblico, improvvisando delle gag a dir poco esilaranti; ai maestri direttori d’orchestra Fio Zanotti e Vince Tempera; a Claudio Cecchetto, che ha condotto ben tre edizioni del Festival di Sanremo tra il 1980 e il 1982; ad Aleandro Baldi che ha intrattenuto i presenti con una straordinaria esibizione d’assieme con il trio canoro Le Dolce Vita sulle note del suo successo internazionale “Non amarmi”; ad Annalisa Minetti che ha cantato la canzone “Senza te o con te” con la quale ha vinto la kermesse della Città dei Fiori nel 1998; a Valeria Marini, diva delle dive, che dal palco ha intonato a cappella il brano evergreen “I love you baby”; ad Alessandro Ristori, a Massimiliano Buzzanca, alla regina della musica dance anni ’90 Neja, a Maria Teresa Ruta, a Mirko Casadei, a Memo Remigi, ad Eleonora Daniele. In una serata intensa ed emozionante, sono stati premiati anche i vertici di VIRGO FUND, il Fondo Svizzero che, quest’anno, ha regalato alla città di Sanremo il Villaggio Ufficiale della Musica nel quale, nel corso della settimana, si sono svolte numerose iniziative musicali e socio-culturali di notevole rilievo. Primo ad essere chiamato sul palco, Altair D’Arcangelo, la mente del Fondo, che ha pensato e creduto fortemente nel progetto Sanremo e che è stato premiato insieme a Gianluigi Montagner e Giuseppe Penzolo (Virgo Fund), Massimo Papili (Segway Italia), Franco Pizzingrilli (Onova). Un riconoscimento d’eccezione anche al Sarto delle Star Luca Paolorossi che, negli anni anni, ha vestito numerosi cantanti in gara all’Ariston, per ultimi gli Stadio i quali hanno vinto la kermesse canora nel 2016, e al giovane direttore creativo di Virgo Comestic, Lorenzo Marchetti, per la sua straordinaria capacità di essere precursore e luminare in fatto di moda e tendenze beauty. Un riconoscimento importante anche agli imprenditori del Made in Italy, eccellenze italiane nel mondo. Tra i premiati, il fondatore di Suomy Alberto Monti, per aver portato al successo planetario un marchio premium e leader, segnando una svolta nell’imprenditoria di settore ; il napoletano Salvatore Pisano che, da venditore porta a porta è divenuto guru dell’imprenditoria e ha scritto un romanzo, “La grande forza”, per raccontarsi e dispensare consigli utili a quanti aspirano al successo, partendo da fondamenta labili; a Matteo Cambi e Francesca Gambarini che hanno fondato un brand di grande successo come Intrepid; a Barbara Bet, imprenditrice tra i volti più noti della ristorazione italiana. Un premio speciale anche a Radio Kiss Kiss, Radio 101 e Radio Italia (per il suo concertone del Duomo di Milano), finestre sempre aperte sul Festival (le foto sono di Giorgia Zamboni e Marco Ferramosca).

Comunicato Stampa

Post correlati

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *