204 1

Napoli nel cuore per festeggiare i dieci anni della pubblicazione del libro di Tina Piccolo e Giuseppe Nappa ne parla il poeta Ciro Perna

Pomigliano D’Arco 18 Giugno 2024
Dopo 10 anni, la ristampa straordinaria in poche copie del libro

NAPOLI NEL CUORE, scritto dal giornalista Giuseppe Nappa (Direttore del giornale online “Occhio all’Artista”) e dalla poetessa Tina Piccolo (ambasciatrice della poesia italian nel mondo), co-conduttori del famoso e prestigioso Salotto Artistico Culturale e Multimediale che si ripropone, oramai da quasi 30 anni, ogni Mercoledì, pluripremiato a suo tempo, ha rivisto un’accoglienza molto attesa, per cui non può mancare nelle biblioteche di chi veramente ama Napoli e ce l’ha nel cuore.
La prefazione di Diego Paura (giornalista, responsabile di redazione e spettacoli del quotidiano “Roma) è incentrata su una breve storia della “nascita della canzone napoletana”, nel 1400 circa; sui grandi autori-poeti, come Libero Bovio e Salvatore Di Giacomo, con un rapporto indivisibile tra “il popolo partenopeo e il loro amo
re per la città di Napoli”, appunto “nel cuore” come ci dice il Nappa.
L’introduzione di Giuseppe Nappa, si dipana sul “suo rapporto con il Re della sceneggiata napoletana”, Mario Merola, e della Napoli-poetica che si esprime attraverso i versi della grande poetessa Tina Piccolo, che ha aperto le porte di casa sua, a tutti gli Artisti, con il famoso Salotto, dove si possono ammirare parte dei 2500 premi e onoreficenze, ricevute nell’arco della sua carriera, che ancora continuano. L’intervento di Tina Piccolo è incentrato sul ricordo del padre-comandante militare, amante della bandiera e della patria; degli amici; dei figli e di tutti gli Artisti che hanno varcato la sua casa, con questi bellissimi versi: “Guagliù e ghiamme, tenimme a fa‘. Ma primma tenimmece astrignute, tuttu quante pè nu minuto, n’eternità…. è Napule ca o vvò, e Napule ca o cerca pè dicere ‘ A ggente mia tene nu core ca nun fernesce, mai”.
“Napoli nel cuore”, ci ribadisce Giuseppe Nappa, nasce dall’amore per la città e dall’amore poetico che Tina Piccolo ha sempre avuto per l’Arte e la Cultura in genere.Nel libro si troverà, la ultrapremia
ta “Tu nun si ‘vicchiariello”, “Eternamente Napule“, “A suggestione”, “Ragazzi di Scampia” e.
Molte altre che riempiono le varie antologie della poesia italiana; troverai le foto: dei vari personaggi della canzone napoletana che hanno frequentato il Salotto, insieme ai vari politici,poeti e artisti che hanno amato Napoli “fin nelle sue viscere”; di alcuni premi vinti della poetessa; le interviste di Giuseppe Nappa con lo scrittore Giuseppe Cossentino (che fin dall’inizio ha collaborato con Giuseppe in “Teatro Tv”, con l’emittente televisiva Ciao Tv) e molto altro ancora. Ed è contenuto nel libro il suo monologo “La Caffettiera Napoletana”.
L’ultima recensione, con una interessante intervista al Salotto, del 18 Aprile 2024 è stata realizzata da Giuseppe Nappa, con l’eccellente “storico dell’arte”, Mino Iorio che ha avuto molti apprezzamenti su quest’opera che continua “a far parlare”.
Un libro dedicato a tutti coloro che amano Napoli e la portano nelcuore, che i due autori, ci hanno fatto dono con tanto sentimento e tantissimo amore.
Grazie!

Ciro Perna (Poeta e Scrittore)

Post correlati

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *