171 0

Premio Scudo, a Chianciano Terme una parata di stelle per ricordare chi ha dato la vita per servire lo Stato

Giancarlo Giannini, Marco Tardelli, Ettore Bassi, Myrta Merlino, Andrea Pamparana. E poi Governale, Palmese, Luglio e Santangelo introdotti  da Alessandro Greco e intervistati da Marianna Bonavolotà

La scrittrice Marianna Bonavolontà sarà tra le protagoniste della seconda edizione del Premio nazionale Scudo Chianciano Terme, in programma per sabato 22 ottobre al Centro Congressi Excelsior.

Un evento ricco di contenuti in cui protagonisti del mondo del cinema, della cultura, del giornalismo, del teatro, dello sport, dell’impegno civico e professionale onorano la memoria di chi ha dato la vita per servire lo Stato.

L’evento si aprirà alle ore 17:00 con una tavola rotonda sul tema “La cultura strumento indispensabile per vincere le mafie”. Il giornalista Rai Valter Rizzo dialogherà con alcuni testimoni d’eccezione quali il generale di Corpo d’Armata dell’Arma dei Carabinieri Giuseppe Governale, il procuratore di Livorno Ettore Squillace Greco ed il sacerdote campano don Tonino Palmese, da sempre in strada e a fianco di chi è vittima della criminalità organizzata. A seguire, la parte dello spettacolo, condotta da Alessandro Greco, che, con la sua dialettica e riconosciuta presenza scenica, guiderà la cerimonia di consegna dei riconoscimenti all’icona del cinema Giancarlo Giannini, al campione del mondo 1982 Marco Tardelli, all’attore Ettore Bassi, ai giornalisti Andrea Pamparana e Myrta Merlino, al generale di Corpo d’Armata Giuseppe Governale, a don Tonino Palmese e agli attori Simone Luglio e Giovanni Santangelo. A ciascuno di loro verrà assegnato il premio realizzato dall’artista Lucio Minigrilli, prezioso scudo circolare ispirato a quello dei guerrieri greci, rappresentante la protezione e la difesa, oltre alla capacità di trasmettere i valori di incondizionata abnegazione, dedizione e disponibilità nei confronti della collettività. Marianna Bonavolontà, da sempre vicina alla tematica che anima il premio in quanto figlia del top gun napoletano Luigi Bonavolontà (meglio conosciuto come “Goodwill”) – colonnello dell’Aeronautica Militare e istruttore di volo con quasi 5000 ore di vita vissuta in aria – intervisterà tutti i premiati.

Anche alla seconda edizione del Premio Scudo, per il suo valore è stata patrocinata dallo Stato Maggiore della Difesa.

Comunicato Stampa

Post correlati

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *