573 0

E’ una donna guerriera, fiera, di personalità quella andata in scena sulla passerella di Alessandro Legora

Alessandro Legora ha presentato nel “quartier generale” di Mariglianella la collezione Fall Winter 2020-21 con le sue tre linee: Alessandro Legora, Atelier Legora e Atelier Legora Bridal.

“Legoriana” per eccellenza la vulcanica Pamela Prati chiuso la sfilata indossando un abito super femminile in paillettes rosa. Altro grande protagonista, il colore in tutte le sue meravigliose sfumature pastello, da indossare con sicurezza di giorno e di sera oltre al distintivo black & white di Legora.

La collezione_

Il daywear firmato Alessandro Legora riporta prepotentemente alla ribalta i volumi androgeni, comodi, e introduce outfit di maglieria in cachemire di cui le tute sono la sua massima rappresentazione; sfilano cappotti di taglio comodo con dettagli in pelliccia ed ecopelliccia, tubini strizzati resi grintosi dalla zip a vista; ritornano le camicie in cotone indossate alla garconne sotto pullover di cachemire, giacche maschili. Un look sempre femminile che si ritrova anche negli abiti da sera dell’evening wear di Atelier Legora dove la fanno da padrone linee sinuose ed aderenti per esaltare le forme. Anche qui si parla di grandi ritorni come quello della spallina insellata removibile che ha cavalcato le tendenze degli anni ‘70-‘80. Ricompare il velluto declinato in abiti aderenti e drappeggiati, resi preziosi da fibbie gioiello realizzate artigianalmente per le linee Legora. Irresistibili i mini abiti in misto seta e duchesse scenograficamente costruiti sulle spalle. Protagonisti anche i completi in paillettes anni 80 nei colori più fashion. Ma c’è un altro protagonista indiscusso di questa collezione, sua maestà il capospalla, declinato in diverse forme, e in diversi tessuti dal doppio twill al panno in cachemire fino ad arrivare alla pelliccia sia vera  che ecologica proposti in vari modelli ispirati agli anni ’80 e, ovviamente, coloratissimi con una palette di colori che spazia dal grigio antracite all’azzurro. Per la linea Bridal lo stilista ha mandato in passerella una sposa romantica, fashion e femminile con un abito da sogno in tulle, pizzo in trasparenza e ricami che creano un sensuale gioco di vedo-non vedo, con un velo corto bordato da un fantastico pizzo chantilly: tutto questo ha evidenziato la maestria che sta dietro questa linea semisartoriale sia nella manodopera che nei tessuti lavorati interamente a mano.

Gli ospiti_

Un folto e interessante parterre di ospiti ha partecipato al brunch proposto dal catering di Galà Eventi composto da addetti ai lavori, rivenditori, firme della stampa napoletana e volti noti dello spettacolo nonché amici di Alessandro Legora tra cui compaiono: Miriam Candurro, Monica Sarnelli, Giovanna Rei, Cristina Donadio, Floriana De Martino e Luisa Esposito, Fashion Dea, Manila Nazzaro, Marina Tagliaferri, Federica Ambrosini.

Le novità_

In un momento in cui il mercato è invaso da proposte“fast fashion” vale la pena sottolineare i meriti e il grande impegno di un’azienda italiana che propone un prodotto curato, selezionato e che rispecchia la forte identità del brand.

Ma il 2020 è foriero di altre novità, non solo in passerella: oltre all’introduzione di macchinari all’avanguardia per realizzare un prodotto sempre di maggiore qualità, a marzo ci sarà l’apertura del primo store monomarca Alessandro Legora dove trovare tutte e tre le linee, nella strada cult dello shopping nel quadrilatero della moda napoletana.

 

Comunicato Stampa

Post correlati

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *