1969 0

6.000 persone per le prima tre serate dei “Musicanti” al Teatro Palapartenope

“Musicanti”, il musical con le canzoni di Pino Daniele si rivela la nuova favola del teatro italiano.

Prodotto da Sergio De Angelis (Ingenius Srl) e curato nella direzione artistica da Fabio Massimo Colasanti,   i Musicanti dopo il successo ottenuto lasceranno Napoli più tardi del previsto.

Infatti agli spettacoli  di sabato 14 e venerdì 15 dicembre (ore 21) e domenica 16 dicembre (ore 18), si aggiungono le repliche di venerdì 21 e sabato 22 dicembre (ore 21) e domenica 23 dicembre (ore 18).

La storia è quella del giovane Antonio, che torna a Napoli per aprire il testamento del padre che lui sapeva scomparso. Arrabbiato e alla stesso tempo sorpreso dalla notizia di questo padre e di ciò che gli ha lasciato e odiando Napoli, sua città di origine, decide di liberarsi dell’immobile. Successivamente scopre che si tratta però uno storico locale di musica, il “Ue Man”. Il ragazzo,costretto a restare a Napoli per gestire la vendita e tutta la faccenda viene aiutato da un fortuito incontro di un artista di strada, Dummì. Poi incontrerà Anna, la cameriera e cantante del locale, e il suo amico Teresina, rincontrerà Rita, sua amica d’infanzia e cercherà di difendersi da ‘O Scic, un deliquente che vuole a tutti i costi il locale. Resterà ammaliato dai racconti di Donna Concetta e Tatà e aprirà il suo cuore incontrando il nonno di Anna… tutto avrà un senso alla fine della storia e tutte le domande troveranno una risposta. Un Epilogo perfetto!

Gli autori Alessandra Della Guardia e Urbano Lione hanno fatto muovere nel testo inedito personaggi che restanno impressi nella mente di chi guarda lo spettacolo, unendo canzoni di Pino Daniele come  “Na Tazzulella ’e cafè”, “A me me piace ’o blues”, “bella mbriana”,”Napule è”, “Viento”, “Yes I know my way”, “Je so pazzo”, “Cammina cammina”, “Lazzari felici”, “Musica musica”, “Tutta n’ata storia”, “Quanno chiove”, “Che soddisfazione” e “Anima”. Un patrimonio  di cui noi napoletani dovremmo andar fieri.

In scena un cast di bravissimi artisti, Noemi Smorra (Anna), Alessandro D’Auria (Antonio),Ciro Capano (Nonno), Maria Letizia Gorga (Donna Concetta), Simona Capozzi (Rita), Pietro Pignatelli (Dummì), Enzo Casertano (Tatà), Francesco Viglietti (Teresina), Leandro Amato (‘O Scic), , accompagnato sul palco da  una band composta  musicisti come Fabio Massimo Colasanti, chitarra; Roberto d’Aquino, basso; Fabrizio De Melis, viola; Alfredo Golino, batteria; Hossam Ramzy, percussioni; Simone Salza, sax; Elisabetta Serio, pianoforte-tastiere.
Insieme agli attori, nella grande scenografia sviluppata su più piani da Carlo De Marino, e animata dal disegno luci del lights engineer Marco Palmieri, si muovo i ballerini sulle coreografie di Cristina Menconi. La regia è di Bruno Oliviero.

MUSICANTI: IL TOUR NAZIONALE

Dopo NAPOLI (14, 15 e 16 dicembre – 21, 22 e 23 dicembre, Teatro Palapartenope), lo spettacolo arriverà a BARI, (29 e 30 dicembre, Teatro Team).
Nel 2019 il tour attraverserà l’Italia: ASSISI (15 e 16 gennaio, Teatro Lyrick); FIRENZE (14 e 15 febbraio, Obihall); TORINO (23 e 24 febbraio, Teatro Colosseo); MILANO (dal 7 al 17 marzo, Teatro Arcimboldi) e ROMA (dal 7 al 12 maggio, Teatro Olimpico).

Info biglietti:
Biglietteria Palapartenope
Telefono: 0815700008
Orari apertura: dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17.45

 

La Redazione

Post correlati

Ritorna la scena delle Donne al Trianon Viviani

L’ultimo percorso teatrale al femminile in Forcella di
Continua a leggere

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *